Guide

Tipologie di opzioni binarie

Negli ultimi anni, il trading binario ha superato qualsiasi aspettativa. Questo perché le opzioni binarie rappresentano un vero e proprio business. Sono strumenti finanziari negoziabili facilmente anche dai meno esperti, nonché anche tipi di operazioni che comportano meno rischi. Tutto ciò non significa che l’attività di trading online debba essere presa sotto gamba. Gli investimenti finanziari, anche se esistono moltissimi metodi per generare ottimi profitti, sono comunque rischiosi e, certamente, si basano su uno studio approfondito della materia. Oggi esamineremo insieme le diverse tipologie di opzioni binarie.

Tipologie di opzioni binarie: quante e quali sono?

Le opzioni binarie si dividono in diverse tipologie. Non tutte, tra quelle che elencheremo, sono commerciabili su qualsiasi broker finanziario. Inoltre, gli intermediari creano, giorno dopo giorno, ulteriori diverse modalità per investire con questi strumenti finanziari. Ad ogni modo, vediamo le tipologie di opzioni binarie più diffuse tra i traders:

  • Opzioni classiche: vengono chiamate anche opzioni alto/basso o CALL e PUT, e si tratta di strumenti finanziari sui quali viene effettuata, semplicemente, una previsione. Possono essere coppie di azioni, come coppie di valute o altro, ma ciò che il trader deve fare non cambia, ovvero indovinare la direzione dei prezzi.
  • Opzioni One Touch: conosciute anche con la definizione di opzioni tocca/non tocca, con questi strumenti finanziari un trader opererà cercando di prevedere se un prezzo toccherà o meno un valore prefissato. Possono essere considerate una variante delle opzioni classiche, con la “complicazione” del prezzo da toccare.
  • Opzioni range: più redditizie, ma meno diffuse delle due tipologie sopraindicate, queste opzioni sono conosciute anche con il nome di “intervallo”. L’obbiettivo del trader sarà, in questo caso, prevedere se un prezzo, alla scadenza, rientrerà in un intervallo di valori stabilito dal broker.

Quali sono le più recenti e diversificate modalità di investire con le opzioni binarie?

Andiamo avanti con il nostro elenco, soffermandoci ora sul trading binario più “giovane”, costituito da altre tipologie di opzioni binarie:

  • Opzioni Builder: come si evince dalla definizione, si tratta di opzioni “costruibili”, con le quali un trader può scegliere l’asset, la somma da investire, l’eventuale profitto e la scadenza.
  • Opzioni Ladder: qui scendiamo nel trading adrenalinico, nel senso che si tratta di strumenti finanziari che possono generare un profitto anche del 1000% rispetto al capitale investito. Il concetto di base è lo stesso delle opzioni One Touch, con la differenza che il valore prefissato che un prezzo deve toccare, entro una certa scadenza, viene stabilito dal broker. Il rischio sta nel fatto che l’intermediario, per poter offrire un guadagno di tale entità, fisserà un prezzo difficilmente raggiungibile. Tuttavia, non è detto che si tratti di operazioni impossibili, ma effettivamente le consiglieremmo solo a traders molto esperti.

Infine, vi sono tutta una serie di tipologie di opzioni binarie che si differenziano per la scadenza, ovvero potrete scegliere un diverso arco temporale per la maggior parte degli strumenti finanziari sopracitati. Nello specifico, abbiamo:

  • Opzioni binarie a 60 secondi
  • Opzioni binarie a 2 o 5 minuti
  • Opzioni binarie da 5 a 15 minuti
  • Opzioni binarie a 30 minuti
  • Opzioni binarie a 60 minuti
  • Opzioni binare a 1 giorno
  • Opzioni binarie a lunga scadenza