Strategie opzioni binarie

Strategia opzioni binarie Pivot Point

La strategia opzioni binarie Pivot Point è tra le più famose ed efficaci. I Pivot Point, ovvero punti di svolta, appartengono alla categoria degli indicatori. Prima di procedere nello spiegarvi in che consiste e come si attua la strategia dei punti di svolta, vogliamo fare un piccolo ripasso: in analisi tecnica, gli indicatori sono delle vere e proprie costruzioni matematiche, frutto del calcolo di diversi fattori che determinano l’andamento di un prezzo sui mercati finanziari. Si tratta di strumenti importantissimi, quando si utilizzano delle specifiche di tecniche di previsione, con l’obbiettivo principale che è sempre lo stesso: diventare investitori di successo.

Strategia opzioni binarie Pivot Point: come funziona

Nell’intento di generare e raggiungere un profitto, moltissimi traders si avvalgono dell’utilizzo della strategia opzioni binarie Pivot Point. Per spiegare la loro funzione in analisi tecnica, dobbiamo fare un piccolo passo indietro e rinfrescare un po’ la memoria riguardo i supporti e le resistenze. Un supporto, nell’ambito dei mercati finanziari, è il livello che un prezzo che viaggia al ribasso raggiunge, per poi ricominciare a salire. Al contrario, una resistenza è un livello che un prezzo raggiunge, ma non riesce a superare, facendo supporre un’inversione al ribasso imminente.

Detto questo, possiamo esaminare i Pivot Point, che, innanzitutto, si dividono in 4 tipologie: due punti di svolta di supporto, e due punti di svolta di resistenza. Un trader acquisterà dunque un’opzione CALL quando il prezzo del bene negoziato rimbalza su un supporto o rompe una resistenza. Verrà acquistata, invece, un’opzione PUT, quando il Pivot Point indica la rottura di un supporto o un rimbalzo su una resistenza.

I punti di svolta sono individuabili, generalmente, sui grafici di analisi proposti dai broker finanziari, e si tratta di strumenti abbastanza intuitivi, facilmente comprensibili anche dai traders alle prime armi. Tra gli strumenti che un trader può utilizzare e che risultano molto utili per capire gli avvenimenti sui mercati vi è anche l’indice VIX, con la relativa strategia che troverete sempre tra le nostre guide.

Come si calcola un Pivot Point?

Come abbiamo accennato all’inizio della nostra guida, gli indicatori sono dei calcoli matematici. L’arco temporale di riferimento che dovete prendere in considerazione è il giorno precedente la vostra operazione finanziaria e da esso estrapolare i seguenti dati:

  • Prezzo massimo e prezzo minimo (indicati rispettivamente con le lettere X e Y)
  • Prezzo di chiusura (indicato con una Z)
  • Prezzo medio (indicato dalla lettera K)

A questo punto, la formula di calcolo sarà così sviluppata: K = ( X + Y + Z ) / 3. Per arrivare ad un punto di svolta di resistenza, l’operazione che andrete a fare è ( 2 x  K ) – Y, mentre per il supporto sarà ( 2 x K ) –  X.

Per quanto riguarda il time frame da utilizzare attuando la strategia opzioni binarie Pivot Point, i più utilizzati sono: time frame M10, M30, H1, D1, ovvero a 10 e 30 minuti, ad un’ora oppure ad 1 giorno. Ricordiamo che il time frame rappresenta la scadenza scelta dal trader per il proprio investimento.